Nomi strani: non pronunciare il nome di Robocop invano

Leggo che in Messico hanno chiamato un bimbo Robocop.

I genitori quando decidono i nomi del nascituro possono essere saggi ed equilibrati come Nerone in una sera di luglio...

Eppure... 
io alle elementari, al momento dell'appello, mi vergognano così tanto sia del nome che del cognome da non alzare mai la manina: di conseguenza ho sempre accumulato molte assenze sul registro e ho sempre pensato che avrei amato solo nomi normalissimi, anzi meglio se ultra banali. 
Sognavo eserciti di Marii Rossi che  danzavano a piedi nudi nei prati.
Poi sono rimasta incinta.

Tutto è cambiato.
Forse gli ormoni.
Forse ho semplicemente realizzato che i Marii Rossi danzanti non è che fossero un granché... 
fatto sta che mentre la mia panza cresceva, la mia mente partoriva nomi roboanti, fantasmagorici, robe che anche per la mitica Moira Orfei sarebbero stati un filino eccessivi......

Devo dire che Artemisia, Ludovica, Lavinia, Lucrezia, Beatrice, Eleonora, Sofonisba III, Regina d'Oceania, per fortuna aveva anche un padre che la stava aspettando: un uomo savio, un uomo buono.
Un uomo che riuscì a ricondurmi alla ragione.
...ma solo in parte, perchè dopotutto i dolori del parto sono solo delle mamme e non è questa la sede in cui recriminare riguardo le ragadi, le suture (entrambe in zone un tempo felici), e altre amenità post partum che tutte ben conosciamo: quindi scusatemi ma ora devo portatore scettro corona alla cara Artemisia che dobbiamo proprio scappare!



Per dare speranza all'umanità sappiate che in Giappone hanno proibito di chiamare un adorabile frugoletto "Diavolo": quindi viaaaaa! tutte a sgravare nel paese del Sol Levante!
...non sia mai che ci venga un' ideuccia...