Volo cancellato: cosa fare?



Care Mamme Svaligiate,
un mostro crudele ha appena strappato dal vostro cuoricione viaggiatore la vostra giuoia?
Ovvero: la compagnia aerea presso la quale avete comprato i biglietti (per i quali avete risparmiato per mesi su ceretta/parrucco/cene fuori) vi ha annullato il volo o vi ha riprotette proponendovi il fine settimana dei morti al posto del week end di San Valentino?
Siete inferocite come manco la Jennifer Aniston quando vedeva il trailer di "Mr & Mrs Smith"?
Tranquille, ci son qua io che vi spiego come salvare il salvabile e vedere il bicchiere mezzo pieno (e berlo tutto d'un sorso, soprattutto se pieno di Irish Coffee...)


Se la compagnia aerea vi annulla un volo, vi riprotegge su una data che non vi sta bene, vi fa partire con un ritardo superiore alle 3 ore o vi impedisce di salire a bordo (ad esempio in caso di overbooking) avete diverse opzioni e potete rivolgervi a:
- tutti i Santi del calendario: è la scelta più frequente, ma non riscuote i risultati sperati.

- l'ENAC: per prendere visione della "Carta dei Diritti del Passeggero" pubblicato appunto dall'Ente Nazionale Aviazione Civile (che mette a disposizione anche un numero verde: 800 898121 attivo dal lun al ven dalle 8 alle 20).
L'iter da seguire in caso di disservizi è il seguente:
1. andare sul sito www.enac.gov.it
2. cliccare su "i diritti del passeggero" nel menù a tendina sulla sinistra
3. cliccare su "Carta dei Diritti del Passeggero" in evidenza nel testo della pagina
4. cliccare su "Reclami" nel menù a tendina sulla destra
5. procedere a seconda del caso (ehm...sfiga) da segnalare
Sappiate che il primo step è rivolgersi per iscritto alla Compagnia Aerea, nel caso in cui questa non risponda entro 6 settimane e se il problema è avvenuto in Italia allora possiamo rivolgerci all'Enac seguendo l'iter che vi ho sopra descritto.

- un legale: l'opzione, di solito, più efficace per avere un rimborso equo.
Se foste interessate, sappiate che un servizio completamente gratuito viene offerto da un'associazione di legali specializzati in diritto aeronautico, si chiama Assopasseggeri.
Basta prendere contatto attraverso il loro sito (www.assopasseggeri.com), nel quale dovrete compilare un form con i dati richiesti e verrete in seguito contattati via mail.
Non richiedono assolutamente alcun tipo di pagamento: né in caso di esito favorevole che sfavorevole.
I rimborsi vanno dai 250 ai 600 €, oltre al risarcimento degli ulteriori danni subiti.
Non prendono incarico per ogni tipo di disguido e non con tutte le compagnie aeree ma in caso di bisogno provate a dare un occhio.

Tenete inoltre presente che restano sempre valide le coperture offerte dalla vostra polizza assicurativa, se ne avete una (se non l'avete leggete qui: Assicurazione viaggio: quale fare)

PS Sappiate che non ho dimenticato la quarta opzione: rigare con le chiavi del portone tutti gli aeromobili della compagnia che ci ha sfanculato l'agognata vacanza...
il fatto è che per riuscire a rigarli tutti bisogna prendere un sacco di voli... e poi ho il terrore che mi becchino! E va bene che sogno da sempre di essere inseguita da un pilota, ma non per menarmi!


Per informazioni: www.assopasseggeri.com e www.enac.gov.it






Potrebbe interessarti inoltre:

Assicurazione viaggio: quale fare

Bagaglio a mano e check-in: come sopravvivere

Come organizzare un viaggio con bambini: i timori delle mamme