"These Cocks Theory": teoria di sopravvivenza per mamme

Care Mamme Svaligiate,
una mia amica mi ha appena sommersa di domande complicatissime riguardo un argomento semplicissimo, il che mi ha fatto riflettere (eh?Come? Certo che rifletto anch'io! Cosa credete?): mi pare che da quando internet ci sommerge di informazioni sia cresciuto esponenzialmente il nostro bisogno di porci carrettate di domande, molte delle quali assolutamente inutili!

Ad esempio, per restare in tema viaggi: io viaggiavo parecchio anche da piccina (eh?Come? Certo che sono stata piccina anch'io! Cosa credete?) eppure non ricordo che ci fosse prima della partenza la spasmodica ricerca di informazioni con la quale ci autoflagelliamo oggi noi mamme prima di un viaggio coi nostri amati pargoli.
Sbaglio?

Ed è così per tutto: viaggi e attività da fare in famiglia, compagnie aeree da utilizzare, co-sleeping sì o no, marsupio o passeggino, lo sport più adatto al temperamento dei nostri frugoletti, proteine animali o vegetali. Tutto.
E riusciamo a farci venire l'ansia sostanzialmente per tutto, ponendoci domande.
Tante domande.
Troppe?
Sì, secondo me sì.
Ultimamente mi sento spesso in difetto: non sono abbastanza informata, preparata, colta, sul pezzo, non riesco a capire chi mi trovo di fronte prendendo bastonate sulle gengive, insomma non rasento esattamente la perfezione.

Quindi la mia atavica saggezza mi consiglia, ancora una volta, una grande Scuola di Pensiero Anglofona: la "These Cocks": una raffinatissima filosofia che solitamente noi mamme iniziamo ad abbracciare dopo i 30 anni, abbondantemente dopo i 30 anni, quando i figli non sono più piccolissimi e quando la speranza del "crescendo andrà meglio" ci fa 'ciao-ciao' con la manina.
Credetemi, funziona e poi è molto più chic esclamare "...and these cocks!" piuttosto che l'equivalente in italiano, soprattutto davanti ai nostri bimbi!

La seduta di gruppo Svaligiata è tolta, andate in Pace.
Ehm, vabbè pace... in un momentaneo, brevissimo silenzio tra un "mammaaaa!" e l'altro.


PS Sappiate che scegliere la foto per questo post è stato difficilissimo!
La scelta è ricaduta su un raffinatissimo studioso che approfondisce la "These Cocks Theory".



Potrebbe interessarti anche:

Le recensioni degli hotel: idoli in viaggio

A scuola: il resoconto dei viaggi

Mogli che organizzano viaggi e mariti che remano contro

Organizzare un viaggio con bambini: timori inutili delle mamme