Il flagello dei viaggi: i bambini randagi

Care Mamme Svaligiate,
oggi si parlerà di quello che tutti i viaggiatori gggiovani, belli, bisognosi di scoprire le bellezze del creato, single o accompagnati da partner da tenere a un palmo di lingua da sé per tutta la durata del viaggio, maggiormente temono: i bambini randagi.


Come ognuna di noi ben sa, vi è un flagello che affligge i poveri viaggiatori che saggiamente hanno deciso di non figliare: orde di bambini che senza alcun controllo né humana pietas invadono i voli aerei, e mentre le loro sciagurate madri si mettono lo smalto sui piedi e gli indolenti padri leggono 'Playboy', i feroci frugoletti molestano tutti i passeggeri, minacciano di smagliare i collant alle hostess e danno coppini agli inermi steward... insomma 'na tragedia!

Per fortuna gli sventurati viaggiatori senza figli possono reclamare a gran voce su gruppi dedicati ai viaggi, di tenere a casa i temutissimi bambini randagi fino al compimento del 22esimo anno di vita: poco importa se i lacrimosi viaggiatori di cui sopra di anni ne hanno 21.
Ciò che davvero conta è alzare gli scudi (e fracassare i maroni), tutti uniti e compatti all'urlo di "Portateli al parco giochi non alle Maldive sti nanetti saltellanti! Tanto mica capiscono la differenza tra Cervia e Ko Lipe" e narrare di viaggi durante i quali orde di minorenni invasati impedivano a tutti i passeggeri di un Airbus A380 di chiudere occhio, mangiare, bere, espletare bisogni fisiologici, sia primari che secondari insomma, obbligandoli anche a fare il 'gioca jouer' per 12 ore consecutive: un vero scempio insomma!
E sappiate che, a quanto leggo, capita moooooolto di frequente, e la prossima volta potrebbe essere proprio vostro figlio a tenere in scacco tutti i passeggeri di un volo aereo!

Pensateci bene prima di procedere all'acquisto di un volo aereo, prima di lanciarvi nell'organizzazione di un viaggetto in famiglia, prima di comprare una Lonely Planet per studiare luoghi nuovi da scoprire con i vostri amati, riflettete a lungo!
Sappiate che la vostra presenza su un volo aereo potrebbe recare incancellabili traumi a poveri viaggiatori, che hanno tutto il diritto di viaggiare in libertà e letizia; non come voi che avete scelto di mettere al mondo uno o più pargoli, oh stolti!

Meditate viaggiatori con prole, meditate!

Nel prossimo articolo toccheremo un nuovo, scottante tema: le mete dei viaggi 'concesse' alle famiglie;
i luoghi dove quegli insopportabili cosi piccoli non recano danno e disturbo a chi ha diritto di viaggiare libero e felice: i giardinetti sotto casa.
Non perdetevelo eh!


Dai un occhio anche a :

Sex and the holidays

A scuola: il resoconto dei viaggi

Mogli che organizzano viaggi e mariti che remano contro

Vacanze al mare con i bimbi:l'anti relax