Torino: due giorni con bambini

Care Mamme Svaligiate,
pecccarità, lo sappiamo tutte che Torino è stata la prima Capitale d'Italia, che è una città di grande fascino, che c'è il secondo Museo Egizio per importanza al mondo, dopo quello del Cairo...
ma io vi racconto qualcosa in più; tipo come far divertire i vostri amati pargoletti, ovviamente divertendovi pure voi, in giro per la città!

Vado ad elencare le attività che più abbiamo amato, in rigoroso ordine di gradimento:

- passeggiare per via Po, Piazza Castello e sotto la Mole Antonelliana: una vera gioia!
Torino non delude mai.



- Una mattinata a passeggiare (io), a correre (la pupa) nel parco del Valentino: già solo il Po che scorre placido e i colori delle piante lungo le sponde valgono il viaggio a Torino, poi aggiungeteci una schiera di scoiattoli che manco a Central Park e voi capite mie care, che il gioco è fatto: i bimbi cadono in estasi dinnanzi alle folte code degli unici roditori che non ci fanno urlare di terrore.
Aggiungeteci il fatto che gli squirrel piemontesi sono estremante socievoli, quindi se porterete con voi della frutta secca sarete obbligate a piantar le tende nel parco perchè i bimbi non vorranno più venir via!





- Il Museo Egizio: nuova sede espositiva, bellissima, tutto perfettamente organizzato, addetti gentili e disponibili, uno dei musei meglio manutenuti che io abbia mai visto (e da ex restauratrice, credetemi, ne ho visti tanti e in ogni condizione possibile...): a mia figlia è piaciuto tanto, complice forse anche il fatto che sta studiando la civiltà degli antichi egizi a scuola, mentre io sono rimasta perplessa solo davanti all' audioguida studiata appositamente per il percorso dei bambini: troppo didascalica e con le voci dei diversi personaggi con lo stesso tono e modulazione appassionata di Marina Massironi nella presentazione dei Bulgari... peccato perchè l'idea è molto faiga!
Durata della visita: minimo 3 ore (e si fa correndo, quindi dedicategli più tempo o rischierete di arrivare in fondo stremate e con i bimbi inferociti dalla stanchezza)

Costo: gratuito con Torino+Piemonte Card, guardaroba €1 per borse, zaini e giacche (che vi consiglio di lasciare perché la visita è già strong con le mani libere...); altrimenti €15 intero, €1 ridotto.
Per informazioni andate sul sito www.museoegizio.it




- Il Borgo e la Rocca Medievaleun vero e proprio villaggio con tanto di castello, ricostruito all'interno del Parco del Valentino: oltrepassando il ponte levatoio ci si ritrova trasportati ai tempi di coloro che credevano che la terra fosse piatta, ah no, scusate... quelli ci sono ancora!
Rifaccio: appena oltrepassato il ponte levatoio ci si ritrova in un borgo medievale, con le sue botteghe in attività, le costruzioni, la fontana, i giardini, la dimora padronale con i suoi arredi, il tutto riprodotto fedelmente nel 1884.
La visita è guidata dentro il maniero ed è molto interessante, non solo per i pargoli, ad essere onesta...
mentre in giro per il borgo l'entrata è libera.
Costo: gratuito con Torino+Piemonte Card (altrimenti €5 a testa con visita guidata)



- Il Museo Nazionale del Cinema: qui devo ammettere che mi sono divertita più io di mia figlia, anche se la parte dedicata alle varie aree "gioco" dei film più noti è stata di certo spassosa anche per lei.
Ho probabilmente peccato di superbia non partecipando ad una visita guidata, ma pensavo che anni e anni di frequentazioni giovanili con appassionati studenti del DAMS fossero sufficienti, invece manco per il ciufolo.
La nostra visita è durata circa due ore e purtroppo l'ascensore per salire alla cupola della Mole Antonelliana era fuori uso per interventi di manutenzione (i bimbi possono accedervi a partire dai 6 anni).
Costo: gratis con la Torino+Piemonte Card (altrimenti €15 intero, €12 ridotto)
Per info: www.museodelcinema.it


- Last but not least: il cioccolato (soprattutto i cri-cri che mia figlia non aveva mai assaggiato) e il bicerin (noi l'abbiamo sorbito nell'elegantissima cornice di Baratti & Milano: esperienza goduriosa! Fatela anche voi), mentre per gli acquisti cioccolatosi da riportare a casa, abbiamo lasciato un rene da Castagna, in via Maria Vittoria, però facendo gioire le papille gustative con abbinamenti ricercati e insoliti.

Dove mangiare: abbiamo mangiato benissimo a pranzo in un locale centralissimo e fighissimo: Poormanger (in via Maria Vittoria, a pochi minuti a piedi da via Po), dove la patata la fa da padrona (tenete a freno i mariti perchè non è come potrebbe sembrare...)

Abbiamo acquistato la Torino+Piemonte Card 2 giorni, valida per un adulto e un bimbo sotto i 12 anni, in Piazza Castello, a € 35 (risparmiando così oltre 20€ su quanto visitato!)

(messaggio personale per la mia adorata cugina che, oltre ad averci ospitate/sfamate/accudite/scarrozzate in giro, ha fatto conoscere le gioie della cioccolata torinese a mia figlia: Elenina mia, la pupa non ti sarà mai grata abbastanza... e io con lei, mentre i miei cuscinetti adiposi non ti perdoneranno mai!)


Dai un'occhiata anche a:

Tre giorni a Padova con bambini: cosa vedere

Assisi: cultura pace e natura con bambini

Monteriggioni con bambini: un salto nel Medioevo

Gargano: liberazione delle tartarughe marine!

Busseto: alla scoperta di Verdi con bambini

Pompei: con i bimbi dentro la storia

Siena: alla scoperta dei mitici bottini



Commenti