Russia: Mosca e San Pietroburgo con bambini



Poter visitare la Russia era un mio Sogno, di quelli con la R maiuscola.
È un viaggio impegnativo da organizzare da soli e con bimbi al seguito,  ma se pò fà, se pò fa...
ed ecco come!



Il primissimo step da affrontare sono i voli e gli hotel: senza le date esatte di entrata e di uscita dal Paese e senza la conferma di prenotazione degli alberghi non si può iniziare l'iter di richiesta dei visti.
... ecco... è bene sappiate che è stata una dura lotta ma alla fine la signorina Olga del consolato russo di Roma per me è diventata una di famiglia!
Per sapere tutte le informazioni precise per il visto turistico, chiamate lo 06 442 35 625, Ufficio Consolare dell’Ambasciata della Federazione Russa in Italia 
Per qualsiasi dubbio chiedete, vi aiuterò volentieri care mamme pro-Russia!
Non ho scordato nulla, come con i dolori del parto...


Noi, con la nostra 7enne, abbiamo fatto 8 giorni suddivisi tra San Pietroburgo prima e Mosca poi (scelti in quest'ordine per abituarci più gradualmente al cirillico, visto che a Mosca in giro caratteri latini ben pochi...)
Ma namo ar sodo, ed ecco i miei "fab 10", o giù di lì:

A SAN PIETROBURGO:

- Chiesa del Salvatore sul sangue versato, le nostre prime cupole a cipolla!
Gli interni non porteranno via molto tempo, ma l'emozione sarà tanta, SAPEVATELO!
Gli interni sono visitabili fino ad oltre l'orario indicato sulla Lonely Planet.
A poche centinaia di metri c'è Campo di Marte, dove sguinzagliare i pargoli e vedere la fiamma perenne che arde per i caduti russi in tutte le guerre di difesa.
(M Nevsky Prospect )

- La mitica Prospettiva Nievskij, dove inizierete a rendervi conto che in Russia è tutto grande e dove nelle vetrine vedrete addirittura i lupiiii!
(M Nevsky Prospect )


- L'Hermitage. Il più grande museo del mondo, di certo quello dentro cui ho più pianto (per l'emozione eh!).
Scarpe comode, coraggio e animo per affrontare i 7 edifici che lo compongono e il bar che, diciamo, non è il massimo... noi avevamo una guida tutta per noi: Alina che ci ha accompagnato anche al di fuori del museo, che continuiamo a sentire e di cui se vorrete potrò darvi il recapito.
(M Admiralteyskaya )


- Appena usciti dall'Hermitage andate a sinistra e vicino ad un ponticello troverete un attracco: lì fate i biglietti per il solo giro in battello sulla Neva con audio guida in italiano, poesia pura!
Vedrete anche l'Ammiragliato da una prospettiva che levatiiii!
( M Admiralteyskaya)


- Il Kunstkamera Museum, checchè ne dica la Lonely, alla nostra piccola è piaciuto un casino!
(M Admiralteyskaya)

- La Fortezza di Pietro e Paolo: imponente, sulla Nevaluogo di sepoltura di alcuni zar, di certo il solo posto al mondo dove grazie a foto e alberi genealogici potrete capire qualcosa su discendenze e parentele da Pietro il Grande a proseguire.
Consiglio la visita al Bastione Trubekoij, prigione inquietante (e utilissimo per le future minacce ai vostri amati piccini: tipo "se non finisci la verdura al vapore ti chiudo nel Trubekoij!")
Audioguide in italian obbligatorie.
(M Gorkovskaya)

- la metropolitana pietroburghese non regge il confronto con quella moscovita, ma quando io ho visto, la mattina presto, gente che portava i fiori davanti alla statua del loro più grande poeta mi sono commossa come una vecchia mammoletta...


- Un balletto al teatro Marinskij II, meraviglioso! 
Con tifo da stadio dei russi che si esaltano, come noi durante i rigori della Nazionale, su una serie di impeccabili piroettes.
Se non volete acquistare i biglietti on-line (noi abbiamo fatto così, perché se avessimo perso 'Il lago dei cigni' io avrei perso anni e anni di vita per le lamentele della nana), potrete fare come gli autoctoni, presentandovi in biglietteria prima dell'inizio dello spettacolo e comprando così a prezzo scontato i biglietti invenduti.
Uscendo al negozio di souvenir, una commessa gentilissima ci ha pure chiamato un taxi con Huber, ed ecco lo spettacolo delle notti bianche
(M Sadovaya )


- Il Tsarkoe Selo, ovvero la Reggia di Caterina: a Puskin, circa 30 km da San Pietroburgo, luogo indimenticabile! ...e non solo per la Stanza d'Ambra, ma soprattutto per i giardini e l'atmosfera.
Nei Giardini di Alessandro (accanto ai Giardini della Reggia, dove se fumi rischi il linciaggio da parte dei mastodontici guardiani parlanti solo russo) abbiamo visto anche dei socievolissimi scoiattoli, grazie ai quali la nanetta ha ripreso le forze per camminare senza frantumare i maroni.
Raggiungibile da San Pietroburgo con il bus 187, ma noi abbiamo preferito il taxi, che ci è poi anche venuto a riprendere, visto il costo irrisorio.




Da San Pietroburgo abbiamo raggiunto Mosca in treno: biglietti acquistati on line, e abbiamo potuto vedere cosa c'è tra le due capitali della Russia. 
Bella esperienza, per me di gran lunga preferibile al volo interno.

Ed eccoci in quella che è diventata la città del mio cuore, MOSCA!




Città per cui io ho una folle passione ed ecco i miei irrinunciabili:
- Un giro in taxi, per prendere confidenza e rendersi conto di quanto tutto sia MASTODONTICO ma meraviglioso, e a volte stravagante: vedi la scintilla scoccata tra la nanetta e un risciò fucsia...

Mi raccomando se non usate Uber, concordate sempre il prezzo prima di salire! di solito mai oltre i 200 rubli e godetevi gli impressionanti viali a sei corsie!

- Le Stazioni della metropolitana, vere opere d'arte, affollate fino all'inverosimile negli orari di punta, ma sempre pulitissime e controllate.
Prendete tempo e girate tutte quelle segnalate dalla Lonely Planet.


- La collina dei passeri, ovvero un punto panoramico; una sorta di 'piazzale Michelangelo' moscovita.
(M Vorobiyovy Gori , ma vi consiglio il taxi per evitare la scarpinata )

- Il Planetario: esperienza così bella da averci commosso. Non perdetevelo!
(M Barrikadnaya)


- Serve lo dica? La Piazza Rossa!
mi raccomando non preoccupatevi della fila per entrare al Mausoleo di Lenin: scorre velocemente e i nanetti impazziranno! (ma io dipiù!)
(M Ploshcad Revolvutsij )

Approfittate per pranzare e rilassarvi un pò all'interno delle Gallerie Gum, ottimo rapporto qualità prezzo al self service "al 57", non lasciatevi spaventare dalla fila.
Per la tradizionale sguinzagliata dei pupi, mentre voi godete dell'idilliaca cornice c'è il Giardino Alexandrovsky.


- Il Gorky Park: enorme parco cittadino dove potrete confrontare nella vostra mente l'attuale distesa di verde, tulipani, fontane e paperelle con le immagini dei film di spionaggio ambientati durante la guerra fredda.
(M Oktyabrskaya )


VOLO: abbiamo volato con Swissair all'andata e con Lufthansa al ritorno, entrambi voli con scalo per contenere i costi.
700 € 
SPOSTAMENTI A/R AEROPORTO: abbiamo sempre utilizzato autisti prenotati direttamente dall'Italia, costo assolutamente basso ed ottimo servizio! (seggiolino sempre presente per la piccola)
HOTELDemetra Art Hotel a San Pietroburgo.
Hotel Golden Ring a Mosca. Entrambi con prima colazione.
Stavolta ci siamo trattati bene e siamo stati assolutamente soddisfatti!
MUSEI: sia all' Hermitage che in Piazza Rossa siamo stati accompagnati da guide, che si sono occupate anche di farci avere i biglietti.
Tsarkoe Selo.
SPOSTAMENTI IN TRENO: sul Sapsan, treno superveloce, in II classe.
(Spesa complessiva di tutte le voci sopra elencate:1500€)
METRO: in rubli non ricordo ma ogni biglietto veniva ben meno di 1€.
I bimbi non pagano.
VISTI: turistici, per 3 persone
195 €
CIBO: costo e gioie gastronomiche contenute.










Potrebbe interessarti anche: